Share Not Shame

Progetto Generazione Zeta: Share Not Shame.

 

 

Condividi, non vergognarti

 

Generazione Zeta è un progetto di peer education che mira a potenziare conoscenze, atteggiamenti e competenze per compiere scelte responsabili nell’utilizzo della Rete e che amplia le azioni in essere nel contrasto a bullismo e cyberbullismo nelle scuole.

Il format televisivo del Talk Show utilizza metodi e linguaggi familiari ai ragazzi, aiutandoli a sviluppare pensiero critico e consapevolezza sugli atteggiamenti fuori e dentro la Rete che possono ostacolare il benessere fisico, psicologico e sociale.

Scuola attuatrice del progetto: Istituto Comprensivo Statale, Magenta (MI) 20013

 

Descrizione del progetto

 

Premessa

 

Il bullismo è da sempre un fenomeno sociale che investe principalmente i giovani e, di rimando la scuola. L’accezione di bullismo è usata per riferirsi a manifestazioni di reiterata prevaricazione e vessazione verso soggetti deboli, tipiche di contesti sociali giovanili, ma non necessariamente disagiati.

Con la rivoluzione del Web, provocando un mutamento antropologico capace di condizionare le relazioni sociali, interpersonali e comportamentali dei giovani e meno giovani, il bullismo ha assunto le forme subdole e pericolose del cyberbullismo.

Oltre il 50% dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni ha subito episodi di bullismo e, tra chi utilizza quotidianamente il cellulare (85,8%), ben il 22,2% riferisce di essere stato vittima di cyberbullismo. I dati Eures evidenziano che il 72,6% dei ragazzi ritiene necessario avere delle regole, anche se solo il 55% delle famiglie danno delle vere e proprie indicazioni.

La scuola è sicuramente il luogo dove iniziare questo lavoro di prevenzione.

Il primo passo è sapere cos’è il Cyberbullismo, come affrontare il fenomeno e sapere quali sono le conseguenze per chi ne è vittima o artefice e per le rispettive famiglie.

Con il progetto si vuole offrire un aiuto concreto alle scuole, ai ragazzi, ai docenti e ai genitori, attraverso una diretta streaming sui principali social media e mediante videoclip riutilizzabili in classe.

Partecipano al progetto importanti personaggi del mondo della televisione e del giornalismo ed esperti di sicurezza informatica, ricerca e sanità.

 

Un Talk Show pensato per i giovani

 

Il focus del progetto è un Talk Show creato in collaborazione con CSR | Rete di Imprese e Scuole, ETAss | Learning Projects and Digital Communication, Associazione La Strada, Officine Norris | Your Branded Show Company ha per obiettivo il contrasto al fenomeno del Cyberbullismo.  

Secondo la Società Italiana di Pediatria SIPPS oltre il 50% dei ragazzi tra gli 11 e 17 anni ha subito episodi di bullismo, e tra chi utilizza quotidianamente il cellulare (85,8%), ben il 22,2% riferisce di essere stato vittima di cyberbullismo.
I dati EURES evidenziano che il 72,6% dei ragazzi ritiene necessario avere delle regole.
La scuola è sicuramente il luogo dove iniziare questo lavoro di prevenzione con la partecipazione attiva delle famiglie.
Partecipano: Chicco Sfondrini, Marco Pietro Lombardo Giassetti, Luca Bernardo, Loris Calipari, Lucilla Mazzucchelli, Francesca Maisano.

Partecipa alla diretta

giovedì 17 dicembre

alle 14:00 (dedicata a genitori e insegnanti) 

venerdì 18 dicembre

alle ore 9:30 (studenti delle medie) 

alle 11:30 (studenti delle superiori).

 

 

 

Contattaci

per i fini indicati nella suddetta informativa, in particolare per quanto previsto ai punti b) e c) del paragrafo 2.1:

Il/La sottoscritto/a, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento ai sensi dell’ art. 13 del GDPR - Regolamento UE 2016/679 in merito al consenso al trattamento dei dati personali per i fini indicati nella suddetta informativa, in particolare per quanto previsto al punto a) del paragrafo 2.1

13 + 12 =